10mm, rovere slavonia, spessore

Spessore parquet: 10mm vs 15mm

Spessore del parquet, quale scegliere. Qui di seguito si danno alcune indicazioni per orientare il consumatore non esperto verso una corretta decisione informata circa quale spessore di parquet scegliere. Il confronto qui si limita esclusivamente al parquet stratificato, che comunque rappresenta oltre il 90% dell’attuale mercato italiano del parquet. Inoltre, per semplicità, si prendono in considerazione i due spessori più comuni nel nostro mercato, il 10mm e il 15mm, sapendo che quanto detto per il 10 vale anche più o meno per l’11 e per il 12mm, mentre quanto detto per il 15 vale anche per il 14 e il 16mm.

Spesso, la scelta dello spessore è obbligata dallo spessore lasciato dal muratore nelle linee di separazione tra il parquet e altri pavimenti (ad esempio, il grés in bagno o in cucina) o dallo spessore libero sotto gli infissi o il portone blindato. Quando, invece, la scelta non sia vincolata, si può decidere basandosi sui pro e i contro che ciascuno spessore ha nei confronti dell’altro.

  1. Lo spessore di 15mm consente di aumentare notevolmente le dimensioni della tavola senza che ciò ne pregiudichi la stabilità. Questo vale soprattutto per la larghezza della plancia, mentre è meno rilevante sulla lunghezza. Una tavola di spessore 10mm e di larghezza 250mm è maggiormente a rischio, a parità di altre condizioni, che si deformi. Nello spessore 10mm una larghezza importante, ma ottimale per la stabilità, è la larghezza di 140/150mm.
  2. Lo spessore di 10mm consente una maggiore trasmittanza termica ed è quindi preferibile in caso di riscaldamento a pavimento. La trasmittanza termica è direttamente proporzionale alla densità del legno ed inversamente allo spessore. A parità di legno utilizzato per lo strato nobile e per il supporto, supponendo cioè una plancia di rovere con supporto in multistrato di betulla, la trasmittanza termica di un 10mm è di circa il 40% in più rispetto a quella di un 15mm.
  3. Le norme UNI indicano in 14mm lo spessore minimo per poter realizzare un pavimento con parquet stratificato con posa flottante, ovvero non incollata alla superficie su cui si appoggia. Lo spessore di 15mm è quindi ottimale per la posa flottante. In realtà, però, le norme UNI, a parziale deroga, consentono ai singoli produttori di far testare il proprio prodotto di spessore inferiore per la posa flottante e autorizzarne in scheda tecnica la posa flottante. Per garantire l’idoneità alla posa flottante di un 10mm è opportuno dotare il listone di un incastro particolarmente resistente e “importante” e, comunque, utilizzare solo un supporto in multistrato di betulla.

16